25 alunni di Fiemme e Fassa a Egna per studiare il tedesco

Da il 26 giugno 2014
stemma comunita di valle fiemme

La settimana linguistica concretizza il protocollo d’intenti con la Comunità Oltradige-Bassa Atesina

Una settimana linguistica per imparare il tedesco: non in Austria o Germania, ma nell’attiguo Alto Adige. In Bassa Atesina, per la precisione, sfruttando quella vicinanza geografica di cui spesso ci si è dimenticati. Il progetto della Comunità Territoriale di Fiemme e della Comunità Comprensoriale Oltradige – Bassa Atesina nasce all’interno del protocollo d’intenti fra i due enti firmato nell’aprile 2013: l’accordo prevedeva collaborazioni in vari settori, tra cui anche quello della cultura e del’istruzione, con l’obiettivo di sviluppare progetti finalizzati a soddisfare esigenze sentite dalle reciproche popolazioni.

Il dialogo tra le due realtà si è intensificato con l’incarico a presidente della Comunità della Bassa Atesina, al sindaco di Trodena, Edmund Lanziner, da sempre vicino alla Valle, anche e soprattutto grazie alla Magnifica Comunità, di cui Trodena fa parte. In questo quadro nasce l’idea di permettere a 25 studenti della Valle di Fiemme che hanno frequentato la seconda media (in modo da avere il prossimo anno scolastico un riscontro su quanto imparato) di trascorrere una settimana linguistica ad Egna: dal 30 giugno al 5 luglio i ragazzi si recheranno ogni mattina, con un pullman messo a disposizione dalla Comunità Territoriale, allo Jugend Kultur Zentrum di Egna, dove al mattino frequenteranno lezioni tenute da studenti universitari di madre lingua tedesca.

Dopo il pranzo a Salorno, la settimana prevede attività pomeridiane ricreative e giri  sul territorio in compagnia dei loro coetanei altoatesini: i ragazzi avranno così l’opportunità di visitare il castello di Sigmundskron, di salire in funicolare da Caldaro alla Mendola, di divertirsi al lido di Termeno e Egna. Infine, venerdì spaghettata serale e notte in sacco a pelo. Per le famiglie dei ragazzi coinvolti l’iniziativa è completamente gratuita. La settimana, escluso il trasporto, è  organizzata e finanziata dalla Comunità Oltradige – Bassa Atesina. È stata concordata e approvata anche con il gruppo di lavoro fiemmese “Aiutiamoci a studiare” (composto da rappresentanti dei Comuni, della Comunità, da insegnanti e genitori), allargato ai rappresentanti degli istituti comprensivi di Predazzo e Cavalese e de “La Rosa Bianca”.

La giunta della Comunità di Fiemme, in primis il presidente Raffaele Zancanella, crede fortemente nella valenza di questo progetto, seguito fin dall’inizio dall’assessore Silvano Longo: “Sono da sempre un fautore del confronto e dell’incontro con culture e stili di vita diversi, nell’ottica dell’apprendimento di una lingua straniera, ma non solo. Ben vengano, quindi, gli scambi linguistici all’estero. D’altro canto, però, è paradossale che i giovani acquistino dimestichezza e familiarità con realtà lontane a discapito di territori e comunità molto vicine geograficamente, ma non culturalmente”. L’assessore conclude: “Questa iniziativa non vuole, quindi, sostituire i viaggi all’estero, ma creare le condizioni, l’interesse, la curiosità per avvicinarsi a realtà diverse ma confinanti, approfondendo la conoscenza di una lingua che si studia a scuola e incentivando il confronto fra le nuove generazioni”.

Monica Gabrielli    

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi