AHHH, LA TASSA DI SOGGIORNO? – di IronicaMente -

Da il 21 settembre 2015
ironicamente parlando di e con claudio delvai valle di fiemme

Booking com è sceso pesantemente sul trentino  offrendo  clienti  in cambio  del 18% della loro spesa  alberghiera 18 % sul prezzo lordo pagato   che  sul netto  equivale  +o- al 50%!!!

Dove non arriva  Booking.com  arriva  Expedia – Venere –  e dove  non arriva  Expedia  arriva  Trivago ..e  poi Trip advisor   e poi air BeB..e Wimdu..e IHS…e poi , molto poi  FERATEL,  il portale del TRENTINO…

Conoscete qualcuno  che è andato o andrà  in vacanza  perche  in quel luogo   danno la carta dell’ospite ?

La carta dell’ospite (carta sconti sui servizi) (DELLA QUALE SI PARLA ANCHE TROPPO PER IL POCO CHE RAPPRESENTA)  è la risposta  commerciale e  di marketing ai colossi  della movimentazione turistica sopra  citati  ? o i clienti di costoro non divengono semplicemente i benefici?

Lascio perdere  le facili ironie sulle squadre di calcio o sul turismo assistito del festival dell’economia .Lascio perdere  le  facili  battute  sulle scelte sbagliate  reiterate  ?

Trentino terra  di turismo   dove  il rumore la fa da padrone   perche  chi governa  il sistema  stradale  ha sensibilità turistica  pari a zero, che non permette  i vigili dormienti  sulle strade  provinciali  anche  nell’ interno di abitati , perche ….danneggiano gli spartineve …Nella vicina provincia  di Bz   come la  spazzeranno la neve ? Come  avranno risolto il problema  considerato  che  di gobbe rallentatrici ne hanno  ovunque  e su gran parte delle strade provinciali

Il Trentino che offre orsi nei boschi  a turisti atterriti  che  ti chiedono  se è vero  che ci sono   e tu li rassicuri dicendo  di nooooo Spiegando  che i pochi  che c’ erano  li hanno sistemati  gli altoatesini e i bavaresi e anche gli svizzeri  e che non ci hanno reso nemmeno le pellicce…

Il trentino che offre ORSI  gratis  (ma che ci costano  un patrimonio ) e che va all’ accattonaggio per  farsi pagare un cestino di funghi  … (funghi che  una volta  spuntati   qualche gg dopo  sarebbero marci )

Il trentino che fa leggi complesse  e pignole  sul turismo  ma  se lo inviti a farle rispettare   dai inizio alle assenze  continue , al fuori stanza permanete, o alle ferie  dei funzionari  che dovrebbero stabilirne l’ applicazione …leggi scritte bene ma la cui applicazione è spesso un benefit  politico .

In questo TRENTINO ,  che non imita  mai  il buono  dei nostri concorrenti,  imita invece   il peggio e  propone  LA TASSA DI SOGGIORNO   senza aver prima avuto il coraggio di drenare  le spese incomprensibili  di gran parte delle APT

Senza aver  liberato dal giogo del lavoro  un nugolo di dipendenti  assunti nella lussuosa carrozza del turismo ente  pubblico, spa, camere  di commercio, strade dei sapori, degli odori, dei fiori, dei motori.  Cda  del Mart  cda  del Muse, cda del Buonconsiglio, cda  di san Michele  ( che  meriterebbe  il titolo di  museo reception  nel senso  che  “se vuoi conoscere il trentino  conosci prima  i trentini” ovvero prima a san michele …poi al Muse  ..alMart.    POI ,  non  prima  o peggio non solo !

La TASSA DI SOGGIORNO ?  Si ,Forse ,no ma non prima  di aver risparmiato  qualche  centinaio di milioni  normalmente dissipati nelle  più incredibili  stravaganze  di marketing.. E commerce-  casalinghi ..missioni…fiere .. direttori ,,vice,,vice  dei vice  …cda  per produrre  presenze  che non crescono e valgono in fatturato sempre meno.!

Ma, e lo affermo in chiusura,  la categoria  dei maggiori interessati, gli albergatori, tace, tace sempre,, gli passino sopra  con un bulldozer …ma gli garantiscano un contributo.. e tace

Parla Bort ( ci mancherebbe!!) parla  il presLibardi .   (ci mancherebbe !!)  ma  gli albergatori ..zitti, zitti a subire  ogni  follia e scorciatoia  come  quella della TASSA DI SOGGIORNO   (che il cliente  NON PAGA e non pagherà mai  come  non la pagava  quando già c’ era)

 Come  L’ IVA  compresa nel prezzo .

Come Le commissioni  ai portali di Prenotazione,

Come Il finanziamento delle APT

La volete  una idea ? Evitiamo tasse ancora e affidiamo la gestione  del turismo Trentino  a BOOKING;COM    e gli altri tutti a casa !

Avete passione per il turismo? davvero vi piace  accogliere, avere ospiti anzichè clienti ?

Bene  la formula più evoluta e più  spending revue  si chiama PRO LOCO  si torni serenamente alle PROLOCO, farebbero un gran bene al trentino  .

Claudio Delvai

ironicamente parlando di e con claudio delvai valle di fiemme AHHH, LA TASSA DI SOGGIORNO?   di IronicaMente

Questo articolo è stato letto 5571 volte!

Un Commento

  1. Anton

    21 settembre 2015 at 08:35

    Condivido gran parte di quello che ha detto il Sig. Claudio Delvai, specie sulle APT e sulla Provincia. La politica chiede sempre più soldi e sacrifici e non è capace di costruire qualcosa di innovativo e funzionale tirandosi dietro vecchi carri. Ed adesso arriva anche la tassa di soggiorno … incredibile!
    Meno d’accordo nel lasciare tutto a Booking. Le alternative esistono, in primis puntare su siti web delle singole strutture 2.0 e con un buon Booking Engine che sia funzionale ed accativante. Poi si possono anche pensare progetti di booking territoriali, ma ben fatti …

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi