Cavalese, serata di restituzione del viaggio nella Locride

Da il 4 ottobre 2014
serata restituzione cavalese

SERATA DI RESTITUZIONE DEL VIAGGIO FORMATIVO NELLA LOCRIDE.

Si è svolto a Cavalese, presso la sala Conferenze della Biblioteca del paese, l’incontro di “restituzione” del gruppo di ragazzi facenti parte del progetto “Educazione alla legalità. Dalla famiglia, alla scuola, all’ingresso in società.” organizzato dall’A.S.D. Val di Fiemme Basket nella persona del coordinatore e docente Avv. Giuseppe Stilo, in collaborazione con il Piano Giovani di Zona della Val di Fiemme, il Comune di Cavalese, la P.A.T. e le Casse Rurali.

Il viaggio è stato organizzato dal Vice Sindaco ed Assessore allo sport ed alle politiche sociali del Comune di Cavalese Prof. Michele Malfer, il quale, in ragione della pluriennale collaborazione che lo stesso porta avanti con l’associazione “Don Milani” di Gioiosa Jonica (RC), ha pensato di coinvolgere i ragazzi che del progetto legalità in un’esperienza dall’alto valore formativo e dalle tematiche perfettamente in linea con i temi trattati dai ragazzi nel percorso formativo che stanno seguendo.

I lavori sono stati aperti dallo stesso Ass. Malfer, il quale ha tenuto a sottolineare l’importanza di far vivere ai ragazzi esperienze del genere, tali da contribuire a renderli consapevoli delle scelte che si troveranno a fare nel corso della loro vita e del valore del loro contributo alla legalità nella società civile.

L’Avv. Stilo, nel ricambiare gli apprezzamenti dell’Assessore ed associarsi alle Sue considerazioni, ha sottolineato l’importanza di far conoscere ai ragazzi le ricadute nella società civile che le condotte illegali portano, fino a comprometterne il territorio ed il suo sviluppo, nonché a condizionare l’esistenza della popolazione.

Massimo Piazzi, Vice Direttore della Cassa Rurale di Fiemme, il quale ha partecipato come accompagnatore al viaggio, ha fatto rivivere, con il Suo reportage fotografico, le esperienze e le emozioni vissute in questa esperienza, oltre a sottolinearne il valore educativo e formativo per i ragazzi e per gli accompagnatori stessi.

Successivamente, sono stati i ragazzi i protagonisti della serata, i quali hanno manifestato le loro impressioni ed emozioni attraverso i loro racconti, dai quali è emerso l’esito positivo di questa esperienza e l’incidenza positiva che ha avuto per loro stessi. I 13 giovani protagonisti di questa esperienza, di età compresa tra i 15 ed i 17 anni, hanno esposto le esperienze vissute in occasione delle visite a terreni ed immobili confiscati alla mafia e del racconto di chi giornalmente si impegna per sfruttare quei beni, pur tra mille difficoltà e pericoli; in occasione della visita al CE.RE.SO., un istituto di recupero per tossicodipendenti ed alcolisti e del racconto di chi ha compromesso la propria esistenza essendo caduto in un tunnel da cui è difficile uscire; in occasione del racconto di Stefania Grasso, figlia di una vittima di mafia (padre), ucciso per essersi rifiutato di pagare il “pizzo” ai mafiosi; ma anche la gioia di ammirare le bellezze di terra calabra e del suo mare cristallino.

All’incontro hanno partecipato i rappresentanti dell’Associazione Don Milani, Giuseppe Ritortoe Francesco Rigitano, i quali hanno condiviso le riflessioni suddette ed hanno manifestato compiacimento per quanto emerso dalle parole dei ragazzi, auspicando che queste esperienze vengano riproposte e si rafforzi il legame tra il Trentino e la Calabria.

Particolare apprezzamento per l’iniziativa è stato, altresì manifestato dal Dirigente Generale della P.A.T., dr. Luciano Malfer e da Stefano Graiff Assessore alle Politiche Sociali della Comunità di Valle della Val di Non, il quale a sua volta da anni collabora con la realtà calabrese sui temi della legalità con i ragazzi del proprio territorio. Soddisfazione generale da parte di ragazzi e famiglie per la grande esperienza proposta.

serata restituzione cavalese Cavalese, serata di restituzione del viaggio nella Locride

Questo articolo è stato letto 4513 volte!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi