Certificato Base Family Audit per Fiemme

Da il 9 dicembre 2016
family-audit

La Comunità Territoriale della Val di Fiemme ha ottenuto il certificato base Family Audit: l’ente vede così riconosciuta la volontà di adottare politiche di gestione del personale orientate al benessere dei dipendenti e delle loro famiglie.

La certificazione, infatti, premia le realtà che mettono in campo iniziative che agevolano la non sempre facile conciliazione casa – lavoro. Tra le azioni programmate dalla Comunità di Valle spiccano una maggiore flessibilità oraria per l’entrata in servizio e per la gestione della pausa pranzo; la possibilità di cedere giorni di ferie e di permesso a colleghi che ne abbiano bisogno; studio di orari personalizzati dopo lunghi periodi di assenza, con un’attenzione particolare alle mamme lavoratrici. Il Piano delle attività prevede poi l’avvio di percorsi per favorire la mobilità sostenibile e l’adozione di stili di vita sani, l’adeguamento della stanza riservata al progetto Scrigno con la creazione di uno “spazio allattamento” per dipendenti e cittadini, oltre a studi di fattibilità per permettere di risparmiare su servizi e convenzioni.

L’ottenimento del certificato base non è un traguardo, quanto piuttosto una prima tappa verso un impegno ancora più concreto verso un cambiamento che non è soltanto di tipo organizzativo, ma soprattutto culturale: ora l’ente entra nella seconda fase del processo, che ha una durata di tre anni e terminerà con l’assegnazione del certificato finale. Nel frattempo la Comunità di Valle dovrà mettere in atto le azioni programmate e migliorare la comunicazione con i dipendenti in materia di conciliazione.

Il tema della famiglia è centrale e prioritario per l’attuale Comitato esecutivo. Il vicepresidente Michele Malfer ha partecipato la settimana scorsa alla quinta edizione del Festival della Famiglia, dedicato quest’anno a “Denatalità, giovani e famiglia. Le politiche di transizione all’età adulta”. A Trento si sono recati per l’occasione anche alcuni studenti del’indirizzo Scienze Umane de La Rosa Bianca di Cavalese per le iniziative rivolte alle scuole e una rappresentanza dell’A.S.D. Fiemme Casse Rurali che ha partecipato al torneo del Festival, quest’anno giocato dai piccoli calciatori e non più dagli amministratori.

“Queste iniziative sono importanti perché mantengono costante e attuale il confronto sulle tematiche legate alla famiglia, alla conciliazione e ai giovani. Ascoltare le testimonianze di altre realtà e portare la nostra esperienza permette di creare un circolo virtuoso di buone pratiche”, sottolinea Malfer, che ricorda: “Investire sulla famiglia significa investire sul territorio. Ognuno è chiamato a fare la sua parte: noi come Comunità di Valle ci stiamo impegnando a fondo ed è molto gratificante vedere che lo stesso impegno ce lo stanno mettendo molte altre realtà pubbliche e private”.

Family Audit Certificato Base Family Audit per Fiemme

Questo articolo è stato letto 1923 volte!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi