Distretto Famiglia Valle di Fiemme, 2 febbraio la firma dell’accordo d’Area

Da il 31 gennaio 2011
Alle ore 18.00 nella Sala Consigliare del Comune di Cavalese con Lorenzo Dellai, Ugo Rossi, Mauro Gilmozzi, la Giunta Comunale di Cavalese e le organizzazioni aderenti.
Dopo l’approvazione di venerdì 28 novembre scorso in Giunta provinciale, sarà firmato mercoledì 02 febbraio, alle ore 18.00 presso la sala Consigliare del Comune di Cavalese, l’accordo volontario d’area per la costituzione in Valle di FIEMME di un Distretto Famiglia.
A volere il Distretto Famiglia – un percorso di certificazione territoriale familiare sul quale si sono già avviati anche  altri territori – sono, oltre alla Provincia Autonoma di Trento – Progetto Speciale coordinamento politiche familiari e di sostegno alla natalità ed alla Consigliera di parità, 22 organizzazioni pubbliche e private del territorio: Comune di Cavalese, quale ente capofila e promotore del progetto,Forum Trentino Associazioni  Familiari, Magnifica Comunità di Fiemme, Cassa Rurale Centro Fiemme-Cavalese, impianti a fune Alpe-Cermis spa, APT Valle di Fiemme spa, Comitato Mondiali Ski Fiemme 2013, Società Fiemme Servizi spa,Centro d’ arte contemporanea Cavalese, Scuola Materna di Cavalese e Masi, Associazione Sportabili Onlus, Associazione “Io”,Hotel “Bellavista”, Hotel “La Roccia”, Hotel “Azalea Parck”, Esercenti Cavalese, Ristorante  “La Stregona”, Ristorante/Pizzeria “El Calderon”,  Gelateria/Pasticceria”Kiss”,Cooperativa Sociale “Progetto 92”, Cooperativa Sociale “Tagesmutter “Il sorriso”, Cooperativa sociale “Oltre”, per un totale di 24 realtà rappresentate.
Alla firma dell’accordo, che apre una strada fortemente innovativa non solo per il Trentino ma per l’intero territorio nazionale, saranno accanto al presidente Dellai ed all’assessore alle politiche sociali Ugo Rossi, anche l’assessore agli enti locali  Mauro Gilmozzi, i rappresentanti delle 22 organizzazioni aderenti.
 Distretto Famiglia Valle di Fiemme, 2 febbraio la firma dellaccordo dAreaIl Distretto è un modo per adottare politiche tariffarie che agevolino le famiglie e per coinvolgere su questo operatori pubblici e privati”. L’obiettivo dichiarato è la realizzazione di un percorso di certificazione territoriale familiare, al fine di rendere sempre più la Valle di Fiemme un territorio accogliente ed attrattivo per le famiglie e per i soggetti che interagiscono con esse, capace di offrire servizi ed opportunità rispondenti alle aspettative delle famiglie residenti e non. Tutto ciò operando nella logica del Distretto Famiglia, che vede attori diversi per ambiti di attività e mission assumersi la responsabilità di accrescere sul territorio di riferimento il benessere delle famiglie, considerato come un collante sociale ed elemento di sostegno dello stesso sviluppo economico locale. Obiettivo primario di tale percorso e filosofia è l’ individuazione e lo sviluppo di un modello di responsabilità territoriale, capace di dare valore e significato ai punti di forza del sistema Trentino. Il rafforzamento delle politiche familiari interviene sulla dimensione del benessere sociale e consente di ridurre la disaggregazione sociale, aumentando  e rafforzando la coesione sociale della comunità locale. Si vuole rafforzare il rapporto fra politiche familiari e politiche di sviluppo economico, evidenziando che le politiche familiari, non sono politiche “improduttive” ma sono investimenti sociali strategici, che sostengono lo sviluppo del sistema economico locale, creando una rete di servizi tra le diverse realtà presenti sul territorio. L’idea di certificare un territorio per i servizi da esso attivati a favore delle famiglie è uno degli obiettivi contenuti nel Libro Bianco sulle politiche familiari e per la natalità approvato nel luglio 2009 dalla Giunta provinciale. Un obiettivo che riguarda l’intero territorio provinciale e per il quale l’accordo che riguarda la Valle di Fiemme – un accordo aperto al quale potranno aderire anche altri soggetti – rappresenta il primo passo.
L’accordo  prevede la costituzione  di un apposito gruppo di lavoro con tutte le parti interessate con il compito di definire un programma, il ruolo e gli obiettivi assunti da ciascun soggetto sottoscrittore dell’accordo stesso, nonché la pianificazione temporale delle azioni che si intendono realizzare.
Per il Comune di Cavalese
Michele Malfer

Questo articolo è stato letto 1559 volte!

Un Commento

  1. Luigi

    11 agosto 2012 at 08:35

    Salve io vorrei avere delle informazioni su questo progetto perche ho guardato una trasmissione in tv, ma sembra che nessuno sa dove si trova. La mia domanda è dove è la sede del distretto famiglia val di fiemme?

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi