Festival della Famiglia, agli sportivi trentini la sfida di calcio

Da il 29 ottobre 2012

 Festival della Famiglia, agli sportivi trentini la sfida di calcioAl Centro sportivo Cesare Malossini di Riva del Garda il torneo di quattro squadre

Lo scatto non è più quello di una volta, il tono muscolare in (leggero) calo, il fiato in affanno per una preparazione incerta e qualche chilo di troppo, ma l’agonismo è sempre lo stesso. Il Festival della famiglia ha chiuso a Riva del Garda con il torneo di calcio a sette “La partita di pallone” che ha visto sfidarsi sul rettangolo sintetico del Centro sportivo Cesare Malossini le formazioni di politici ed amministratori (Istituzioni amiche della famiglia), i campioni dello sport trentino (Sportivi Trentini), i rappresentanti del Forum delle famiglie Trentine e la nazionale calcio Famiglie numerose. Alla fine la meglio l’ha avuta chi aveva più fiato da mettere in gioco, ovvero gli Sportivi trentini, che in una finale senza storia hanno dilagato (il punteggio impietoso riporta un 12 a 2) contro le famiglie trentine. Terzi classificati, i grandi favoriti della vigilia, la nazionale calcio Famiglie numerose, reduce da altri match contro la nazionale cantanti e piloti, ma che a Riva hanno dovuto cedere il passo. Ultimi, politici ed amministratori che per un giorno hanno preferito il vecchio dribbling del campetto da calcio alle geometrie dell’arena politica. Su tutti l’assessore provinciale alla sanità Ugo Rossi, con un passato da mediano di spinta nel calcio solandro che ha chiuso con un ginocchio sbucciato, e il sindaco di Trento, Alessandro Andreatta, centravanti vecchio stile ma con un po’ di ruggine addosso.

 Festival della Famiglia, agli sportivi trentini la sfida di calcioLa pioggia ha guastato (in parte) la festa dello sport di un Festival della Famiglia di Riva del Garda monopolizzata oggi dalle dichiarazioni del premier Mario Monti. Ancora una volta, il pallone ha messo d’accordo tutti: campioni dello sport, politici e genitori. Uomini di sport a parte, tutti gli altri hanno messo molto del loro per far divertire le decine di persone che hanno assistito a due ore di calcio nostrano, nonostante l’inclemenza meteo. Il terreno di gioco sintetico ha evitato il pantano ma non le scivolate, ad incominciare Renato Travaglia, rallista professionista, più a suo agio a controllare le derapate della sua Skoda, piuttosto che i tacchetti in libera uscita sull’erba rivana. Alla fine la differenza l’hanno fatta gli atleti dello sci nordico, già in forma in vista della stagione agonistica. Il torneo si è svolto con la formula dell’eliminazione diretta su due tempi di 20 minuti ciascuno e le finali secche. La partita più combattuta ha visto i genitori del Forum delle Famiglie trentine giocarsela alla pari con amministratori e politici: il primo tempo si è chiuso in parità (1 a 1) ma nella ripresa l’equilibrio in campo si è rotto a favore dei primi. A nulla sono valsi i cambi volanti per consentire di riprendere fiato a Rossi & compagni. A bordo campo, il ruolo di commissario tecnico è stato preso in carico da Sergio Anesi, sulla carta allenatore del team Sportivi trentini ma di fatto coach di tutte le squadre in campo. Per lui si è trattato di un allenamento in vista della competizione più sfidante, le Universiadi che si terranno in Trentino il prossimo anno e di cui è presidente del comitato organizzatore. Gli applausi più convinti sono andati alle calciatrici, capaci di non togliere il piede nei contrasti più maschi. La menzione va a Elisabeth Angheben del Distretto famiglia Alto Garda, con la collega nonesa Monica Moscon e Chiara Sartori. “Chiudere il Festival della Famiglia – ha spiegato Luciano Malfer, dirigente Agenzia per la famiglia e promotore della kermesse rivana – con un momento di sport è stata una bella idea. Lo sport è uno dei momenti più importanti per la vita delle famiglie, in cui i veri protagonisti sono i ragazzi. Da Riva arriva un altro segnale di speranza”. Festival della Famiglia, agli sportivi trentini la sfida di calcio Rispetto a quanto previsto, le formazioni sono leggermente cambiate, causa imprevisti che hanno impedito la partecipazione di alcuni degli iscritti: la squadra «Istituzioni amiche della famiglia» ha potuto contare su Alessandro Andreatta (sindaco del Comune di Trento, certificato Family Audit), Elisabeth Angheben (Distretto Famiglia dell’Alto Garda), William Bonomi (sindaco di Pinzolo e Distretto Famiglia della Val Rendena), Anna Busetti (Distretto Famiglia della Valle di Non), Riccardo Franceschetti (sindaco di Moena, «titolare» di una famiglia numerosa), Pavo Kuricki (Distretto Famiglia Alta Valsugana), Luciano Malfer (Dirigente Agenzia per la Famiglia, PAT), Michele Malfer (coordinatore del Distretto famiglia Valle di Fiemme e vicesindaco di Cavalese), Monica Moscon (Distretto Famiglia della Valle di Non), Ugo Rossi (assessore alla salute e politiche sociali della PAT), Chiara Sartori (Agenzia per la famiglia, Ufficio Pari opportunità della PAT), e Roberto Vicino, Dipartimento per le politiche della Famiglia, Presidenza del Consiglio dei Ministri. Nelle fila della «Sportivi Trentini» hanno giocato Francesco Dallapè (tuffi), Renato Travaglia (rallye), Silvano Che sani (salto in alto), Roberto Tomio e Daniele Varesco (combinata nordica), Amos Mosaner e Daniele Terrazza (curling), Andrea Zattoni e Marco Cattaneo (sci nordico), Claudio Toccoli (calcio), Giorgio Torgler (presidente provinciale CONI), Stefano Casagrande (ciclismo) e Sergio Anesi (direttore dell’Ufficio attività sportive della Provincia autonoma di Trento). La «Nazionale calcio famiglie numerose» ha potuto contare su Roberto Corona, Giovanni Avesani, Francesco Caterisano, Pierre Mauri, Ettore Barion, Luca De Fanti (Associazione famiglie numerose), Ciro D’Antuono (Associazione famiglie numerose) e Fulvio Chiocchetti (Consulta provinciale della famiglia). Confermata invece la formazione della «Forum delle Famiglie Trentine»: Giancarlo Berardi (Famiglie insieme), Andrea Corona (Associazione Genitori Scuole Cattoliche), Simone Gennai (Famiglie insieme), Giovanni Guandalini (Famiglie nuove), Paolo Holneider (Forum delle Associazioni familiari del Trentino), Valentina Merlini (Forum delle Associazioni familiari del Trentino), Marcello Moser (Famiglie nuove), Marco Moser (cooperativa sociale Relè), Paolo Oliviero (Famiglie insieme), Fabrizio Pisoni (Famiglie insieme), Angelo Rindone (Famiglie insieme), Massimo Zanoni (Consulta provinciale della famiglia) e Alberto Zanutto (Consultori UCIPEM).

 Festival della Famiglia, agli sportivi trentini la sfida di calcio

Questo articolo è stato letto 1822 volte!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi