La Rosa Bianca di Cavalese per l’Uganda

Da il 9 dicembre 2017
la rosa bianca uganda

Cavalese: “La Rosa Bianca” ancora una volta in prima linea sul fronte della solidarietà con l’Africa e  dell’educazione ad una corretta alimentazione.

 Il tema è stato approfondito, accogliendo l’invito di ASSFRON, l’associazione da molti anni impegnata sul duplice fronte dell’educazione ad un modello di sviluppo più sostenibile da una parte e su quello della solidarietà internazionale dall’altra. L’Istituto “La Rosa Bianca” è sceso in campo con il proprio Dirigente Scolastico prof.Marco Felicetti, affiancato dal suo vice Michele Malfer con il progetto “La Rosa Bianca a sostegno di un ponte di solidarietà fra il Trentino e la Karamoja”, regione dell’Uganda fra le più povere del mondo.

In apertura di un affollato incontro con la presenza di oltre 180 studenti accompagnati dai loro insegnanti il dirigente Felicetti, ha sottolineato l’importanza della trattazione di questi temi che aprono agli studenti una finestra sul mondo, mentre Malfer ha ricordato come compito della scuola sia anche quello di educare e sensibilizzare sui grandi temi di attualità fra i quali, quello dello spreco del cibo è un’emergenza: siamo di fronte ad un terribile paradosso mentre oltre 2 miliardi di persone non hanno la possibilità di fare nemmeno un pasto al giorno noi sprechiamo una grande quantità del cibo prodotto.

Egli ha quindi sottolineato l’impegno dell’Istituto a sostegno di un progetto di solidarietà che prevede l’arredamento di alcune classi in una scuola ugandese.   L’assessore alla Cultura di Cavalese Ornella Vanzo ha sottolineato l’importanza di questi momenti per aprire la scuola al mondo in una società sempre più egoistica e non attenta alle esigenze dei più poveri, mentre la presidente di ASSFRON Natalia Arseni ha invitato gli studenti a sfruttare al meglio le opportunità che l’associazione offre alla scuola grazie ai suoi volontari. Voi ha concluso Arseni, siete il nostro futuro ma dovete avere una visione sempre più aperta ai valori che contano.

assfron La Rosa Bianca di Cavalese per lUganda

Relatori sono stati la dott.ssa Albina Andrenacci medico pediatra di lunghissima esperienza e il segretario di ASSFRON Carlo Bridi.

Bridi ha evidenziato la grande attualità di temi proposti e come le conseguenze degli sprechi sul degrado ambientale siano molto pesanti, essendo questi responsabili del 31% delle emissioni di Co2 nell’atmosfera. Non possiamo dimenticare che secondo l’OMS ogni anno muoiono 12,6 milioni di persone a causa dell’inquinamento atmosferico e fra questi 3 milioni sono bambini.

Gli sprechi di cibo sono anche un’offesa a chi sta peggio di noi ed ha citato il fatto che ogni giorno muoiono nella più assoluta indifferenza 8 mila bambini per cause legate alla denutrizione. Ma noi cosa possiamo fare si è chiesto il relatore? Il nostro stile di vita deve essere più responsabile, basta sprechi di cibo, di acqua di energia ciascuno di noi deve impegnarsi in prima persona e fare la propria parte nelle tante piccole azioni quotidiane.

Dobbiamo cominciare da quando ci alziamo al mattino fino a quando andiamo a riposare ha esclamato l’oratore. Egli ha quindi ricordato il grande valore morale oltre che solidaristico dell’impegno della Rosa Bianca nel creare il ponte di solidarietà con l’Uganda.

assfron e solidarieta a cavalese la rosa bianca fiemme 1 1024x691 La Rosa Bianca di Cavalese per lUganda

Centrati sullo stile di vita da giovani gli interventi dalla pediatra Albina Andrenacci che ha affermato come il rapporto con il cibo influenzerà non solo la salute dei ragazzi per tutta la vita, ma anche l’ambiente sempre più compromessa per responsabilità umana. Ma cosa mangiare? Una dieta corretta “è fondamentale, dobbiamo mangiare di tutto ma in percentuali diverse come indica la piramide alimentare”, ha affermato la Andrenacci, con un forte richiamo all’importanza del consumo di frutta e verdura alla base dell’alimentazione assieme ai cereali che hanno altrettanta importanza.

Ora gli studenti sono impegnati ad approfondire questi temi anche con la partecipazione al concorso indetto da ASSFRON su questi argomenti e che grazie a ITAS offrirà ai primi 3 classificati di ogni sezione una giornata a Bologna a visitare la grande realtà di FICO.

la rosa bianca uganda La Rosa Bianca di Cavalese per lUganda

Il messaggio augurale di Buon 2018 realizzato da alcuni studenti dell’Istituto di istruzione”la Rosa Bianca” in rappresentanza di tutti gli indirizzi di studio delle due sedi di Cavalese e Predazzo.

Questo articolo è stato letto 2938 volte!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi