MA CHE SPETTACOLO! Di .. “IronicaMente”

Da il 30 ottobre 2016
ironicamente parlando di e con claudio delvai valle di fiemme

Ma che spettacolo  ci viene offerto in questi giorni  d’autunno sia al mattino  che nelle ore calde  del meriggio e soprattutto al tramonto quando le ombre  diventano lunghe , i colori  intensi  le luci radenti e creano  giochi  di luce   che nel resto dell’ anno non vedremo più.

Ma che spettacolo ci offre la natura , ma che scuola  d’arte di lezioni di  cromatismo, di scultura, di astrazione, di colorazione e di sfumato esiste  simile al mondo ? Nessuna !

Questa magnifica scuola di buon gusto, di colori giusti, di  fusioni perfette è pure gratuita … pochissime le frequenze  scarso l’apprendimento!

Affermo questo perché in   un  pomeriggio di questi (oggi) mi sono immerso in questo bagno  cromatico, profumato e  sconvolgente  e passando dallo smeraldo di una prato  grande di superfice ed immenso di luce (ciò accade Verso le 15,20,il prato è quello  che  sta a sx  poco prima  del Ponte grande, verso Tesero..) e attraversando poi Tesero, (ma ciò vale anche altrove, a Lago…a Ziano a Castello o Cavalese).  Apprendi  che  la natura insegna e nessuno ascolta .

L’ occhio è ferito da  migliaia di  scritte, di adesivi di cartelli, di  insegne, di  bandiere  ,di cordoni, di luminose, di “arredi urbani “ (del pitt)

L’ anima  è mortificata  dagli spicchi di pizza  di vetroresina  a grandezza d’ uomo,, dalle biciclette issate  su antenne , dalle  improbabili bandiere   sempre tese   con artificio e tessuti elastan, dalle concessioni  e dalle concessionarie, dai Bazar, dai richiami sempre più  URLANTI (vergognosi come scrivere in maiuscolo nei messaggi telefonici o nelle mail) ne abbiamo piene le palle.

Sindaci Assessori, strateghi della licenza edilizia ,supervisori e venditori di merce vogliamo guardare ed ascoltare la lezione della natura e della luce, del creato e  dell ordine  naturale? Lo facciamo sto sforzo? Vogliamo cominciare a guardare  il disastro  di 720 scritte e cartelli   nella piazza di Tesero ? (ripeto cito Tesero  per non citare la valle intera).

Beati i tempi in cui eravamo poveri  e la povertà  ci costringeva  al minimalismo  che è in ogni sua manifestazione, più elegante  del Tanto, del Troppo e dello strabordante !

tesero storica bianco e nero piazza MA CHE SPETTACOLO! Di .. IronicaMente

Questo articolo è stato letto 1777 volte!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi