Pista della Marcialonga agibile per due mesi all’anno

Da il 30 ottobre 2012

Uno studio commissionato dalla Comunità di Valle per valutare l’ipotesi di collegare Predazzo e Molina per gran parte della stagione invernale. Costi di realizzazione ridotti per una proposta che andrebbe ad integrare l’attuale offerta di sci nordico 

 Pista della Marcialonga agibile per due mesi allannoFiemme punta a confermarsi come valle dello sci nordico non soltanto durante i grandi appuntamenti mondiali e internazionali, ma per l’intera stagione invernale. Nasce, quindi, l’ipotesi di rendere agibile per due mesi (dal 20 dicembre al 1 marzo) il percorso della Marcialonga, in modo da mettere a disposizione degli appassionati di fondo una pista che unisca Predazzo e Molina, passando per lo stadio di Lago di Tesero. L’idea è nata da alcuni albergatori (Stefania e Diego Zorzi dell’Hotel Nele di Ziano e Paolo Mich dell’Albergo Alpino di Varena) che l’hanno proposta alla Conferenza dei Sindaci, che a sua volta l’ha sottoposta alla Comunità di Valle che ha assegnato l’incarico di uno studio preliminare al geometra Rosario Tomasini,  i cui risultati sono stati presentati nei giorni scorsi ai gruppi di lavoro turistico e tecnico.   Pista della Marcialonga agibile per due mesi allannoAttualmente la pista Marcialonga è preparata e gestita con la sola finalità dello svolgimento della granfondo dell’ultima domenica di gennaio, dopodiché il percorso non viene più gestito in maniera regolare e sistematica e pertanto non è proponibile come pista turistica per il resto della stagione invernale.  Il tracciato, però, offre quelle caratteristiche che lo sciatore di fondo ricerca: percorso naturale che si adatta al terreno, media difficoltà, paesaggi mozzafiato e immersione nella natura. L’obiettivo è quindi quello di realizzare due rami: il primo (denominato Marcialonga Est) da Predazzo a Lago di Tesero e il secondo (Marcialonga Ovest) da Molina di Fiemme a Lago, creando così un tracciato lungo il fondovalle di circa 20 km. In questo modo si offrirebbe un percorso adatto anche a sciatori con una capacità medio-bassa, che integrerebbe così le piste del centro fondo di Lago di Tesero, eccessivamente tecniche e difficili per una normale utenza turistica. La spesa per adattare il tracciato, rendendolo conforme alle attuali norme di sicurezza (larghezza, reti di protezione, segnaletica) sarebbe molto ridotta e finanziabili al 50% con contributi provinciali, mentre i costi di gestione (innevamento, battitura) potrebbero essere coperti almeno parzialmente da un biglietto di ingresso.  Pista della Marcialonga agibile per due mesi allannoDa un punto di vista gestionale, la titolarità della pista Marcialonga, attualmente in capo a tre enti (Marcialonga di Fiemme e Fassa Sarl, Comune di Ziano, Comune di Cavalese), dovrebbe essere trasferita ad un unico soggetto, che potrebbe essere la Comunità di Valle o la stessa Marcialonga. È da sottolineare, comunque, che l’essere titolare della pista non preclude che la gestione materiale dei tracciati possa essere attribuita, con atto tra le parti, ad un terzo. Convinta che si tratti di un’opportunità importante per Fiemme, l’assessore allo sport e al turismo della Comunità territoriale, Manuela Felicetti, sottolinea: “L’obiettivo è di integrare l’offerta di sci nordico attualmente presente in Valle- quella di Lago di Tesero, più tecnica e difficile, e quella in quota al passo Lavazé- con un tracciato turistico che in realtà è già disponibile. Bastano, infatti, soltanto pochi lavori di messa in sicurezza e definire la questione gestionale. La valle disporrebbe così di una proposta completa, che potrebbe essere incentivata anche con biglietti o abbonamenti unici e collegamenti con autobus o skibus”. In merito ai tempi, Felicetti si augura che il progetto possa diventare realtà per la stagione invernale 2013/2014, anche se non esclude che il tracciato  possa essere attivato almeno in fase sperimentale durante i prossimi mesi. Monica Gabrielli  

Questo articolo è stato letto 1517 volte!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi