Carano, Vertical dal Fen, carri, salata e rosmarin 2014

Da il 1 agosto 2014
carano sagra dal fen 2014 valle di fiemme2

Il vulcanico albergatore di Carano e la sua  zampillante squadra del museo di Casa Begna  contro il tempo e la bufera

Il tempo  ha fatto il matto  …ma  a Carano ha trovato pane  per i suoi denti… e i carani  che   son piu matti del tempo ..han fatto la festa  lostesso  ed è andata  pure bene   ..

Solo le due innovative competizioni  Caran vertical fen  ( 100 mt 28 % di pendenza  con in spalla  un lenzuolo di fieno da 30 kg  )…raggiunta  la sommità  si trova  una serie di tronchi  con cappelli da pastore   che  vanno decorati con fiori di montagna  ..poi indossatone uno  giù a rotta di collo  fino al punto di partenza…

Poi  accanto al lussureggiante orto del museo, coltivato in terra vergine e  con tecniche bio dinamiche,  Caran –asse dala legna  … una catasta  di legna  da ardere   attende  per essere accatastata con   senso  estetico ma anche con sapienza e tecnica  costruttiva  ed è questa la seconda competizione  dovuta sacrificare  alla pioggia torrenziale  che per un’ ora  si è rovesciata si prati de val  la località piu nota  oggi con il nome di parco giochi

Poi a sera la cena  contadina  con un menu  che ogni anno varia e propone antichi sapori

Cavolo capuccio in insalata con lucanica  bollita   polenta  di spiz  con tonco de patate  e formaggio  assortimento di torte casalinghe  nella storia… dallo strudel ai cup cake al cioccolato  

Un bel gruppo di OBER RADAIN   a rallegrare  con musica  nostrana  una giornata  di spettacolo eriprosizione  di vita contadina…. Che  se una volta pareva   cosi lontana  oggi comincia ad essere  vista come un futuro prossimo  possibile

Hanno fatto cornice alla  festa  il gruppo di campagna amica di capriana   con lo zafferano, le patate nuove, piccoli frutti e  ricottine fresche , piccoli “ambletti” deliziosi ai mirtilli , miele, e ortaggi.

Lafam gennari  con le loro scale e i simpatici gatti  di pezza    Corradini con le chitarre di cirmolo e molti intagli nel legno, la scuola fiemmese di tombolo  e TERRE altre la cooperativa di maso Toffa

Che  offriva ortaggi stupendi e freschissimi  quali porri ,biete, rape rosse, patate, salvia, rosmarino, lavanda, cipolle bianche  profumatissime  tutto rigorosamente bio  tutto rigorosamente local.

Un vero peccato per queste   uniche e irripetibili  opportunita’ castigate dal tempo

Caran/ carri,salata e rosmarin  ha comunque portato a termine il suo programma dimostrando anche  che  la squadra  del museo c’è Ed è grintosa .

Claudio Delvai

 

Questo articolo è stato letto 5105 volte!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi