Ziano di Fiemme, al bar con la pistola

Da il 20 marzo 2018
carabinieri-notte

Serata movimentata quella di sabato scorso, 17 marzo 2018, all’interno di un locale pubblico di Ziano Di Fiemme.

Il gestore del locale, ad un certo punto, ha notato all’ingresso dell’esercizio pubblico, la presenza di un uomo dalla cui tasca della giacca spuntava la canna di un’arma da fuoco.

Immediatamente l’esercente allerta un militare della Compagnia Carabinieri di Cavalese che in quel frangente, libero dal servizio, si trova nel locale per trascorrervi la serata unitamente ad alcuni amici.

Il militare,  accertati preliminarmente  i fatti,  avverte immediatamente la Centrale Operativa  di questo Comando la quale, fa affluire sul postodue  pattuglie, una del Nucleo Operativo di Cavalese ed una della Stazione Carabinieri di Vigo di Fassa (Tn).

Gli operanti, individuato il soggetto, immediatamente lo bloccano e disarmano,  accompagnandolo presso gli uffici del Comando Compagnia  per gli ulteriori accertamenti.

L’uomo che nel corso delle operazioni non ha mai opposto resistenza, viene pertanto identificato in G.C. di anni 49, di Cavalese e l’arma, risultava essere  una pistola tipo rivoltella, priva di colpi, in cattivo stato di manutenzione, sottoposta a sequestro.

Una ulteriore perquisizione eseguita presso l’abitazione del soggetto, ha consentito il rinvenimento di un pugnale in manico di alluminio, con lama di circa 30 cm. ed incisioni risalenti al periodo del fascismo, anch’esso sottoposto a sequestro per gli ulteriori accertamenti di legge.

Va precisato che l’arma sottoposta a sequestro, visto il cattivo stato di conservazione in cui versava e peraltro risalente ai primi del 900’, non era comunque in grado di offendere  e quindi il gesto si ritiene sia riconducibile ad un mero atto esibizionistico da parte del responsabile, nei cui confronti comunque è scattata d’ufficio la denuncia a piede libero per porto abusivo di arma da fuoco e possesso illegale di arma bianca.

carabinieri notte Ziano di Fiemme, al bar con la pistola

Questo articolo è stato letto 6198 volte!

Commenta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito. Ulteriori informazioni | Chiudi